“Rischio operativo”

Definizione

Il rischio operativo si riferisce all’effetto potenzialmente lesivo delle variazioni del tasso di cambio durante il periodo che va dall’accordo al contratto vero e proprio e alla successiva liquidazione.

Quando due società che lavorano con valute diverse entrano in contatto e vengono coinvolte in una transazione monetaria, l’intervallo tra il momento in cui stipulano il contratto e il momento del pagamento rappresenta un periodo di potenziale rischio valutario, a causa della volatilità dei tassi di cambio che possono subire una fluttuazione considerevole in un breve periodo di tempo.

Per proteggere la loro posizione finanziaria da questo rischio, le società acquistano spesso prodotti di copertura dei cambi valutari, quali un contratto a termine o un contratto di opzione.

Gli effetti potenzialmente avversi del rischio operativo possono essere anche gravi. Un movimento improvviso nel tasso di cambio può porre una società acquirente nell’obbligo di effettuare un esborso di capitale molto più gravoso per eseguire il pagamento della transazione nella valuta del fornitore. Le conseguenze del rischio operativo possono arrivare all’annullamento o alla drastica riduzione dei profitti, oltre all’impossibilità di far fronte ai propri obblighi di pagamento.