“Rischio di cambio estero”

Definizione

Il rischio di cambio estero, noto anche come rischio dei tassi di cambio, è il rischio finanziario derivante dalle fluttuazioni di valore di una valuta di base rispetto a una valuta estera e da cui derivano attività o passività per una società o un singolo individuo.

Il rischio di cambio estero si verifica quando si presentano operazioni transfrontaliere che coinvolgono più di una valuta. Le fluttuazioni negative dei tassi di cambio tra la valuta di un paese in cui hanno sede una società o un singolo individuo e le valute dei paesi in cui questi operano, possono ridurre drasticamente e perfino azzerare i margini di profitto.

Il rischio di cambio estero è comune e può portare a perdite significative. Per proteggere i profitti internazionali e per compensare il rischio di cambio estero, sono necessarie strategie di gestione del rischio valutario, che coinvolgano la copertura dell’esposizione valutaria, il rischio diversificato e le migliori pratiche di cambio valutario.